Chiamaci Lunedì - Venerdì: 9:00 am - 6:00 pm

Prodotto aggiunto al tuo carrello

Quantità
Totale

Ci sono 0 articoli nel tuo carrello. Il tuo carrello contiene un oggetto.

Totale prodotti (IVA incl.)
Totale spedizione (IVA escl.) Spedizione gratuita!
IVA 0,00 €
Totale (IVA incl.)
Continua lo shopping Procedi con il checkout

Glossario

Acidità libera: parametro di valutazione commerciale, deriva dall'idrolisi dei gliceridi e si esprime in grammi di acido oleico per 100 grammi di olio.

Acque di vegetazione: rappresentano il sottoprodotto liquido dell'azione di molitura e sono costituite:
dall'acqua fisiologica della drupa, dall'acqua aggiunta per facilitare l'estrazione dell'olio nei frantoi a ciclo continuo e da quella usata per la pulizia degli impianti.
Pur non contenendo sostanze tossiche o microrganismi patogeni, sono considerate inquinanti. La legge 574/96 ne autorizza e ne regolamenta la distribuzione sui terreni agricoli

Allegagione: fase fenologica che segue l'impollinazione che comporta il passaggio dallo stadio di fiore a quello di frutto

Allelopatia: fenomeno per cui le sostanze prodotte da una pianta possono inibire lo sviluppo di un'altra pianta

Alternanza di produzione: fenomeno per il quale la pianta di olivo, ma anche di altre piante da frutto, presenta una annata di produzione abbondante seguita da una di produzione scarsa

Apice vegetativo: porzione terminale di un ramo o germoglio

Asfissia radicale: stato di sofferenza della radice causato dall'impossibilità di scambiare aria con l'ambiente esterno

Attitudine rizogena: capacità che diverse parti di una pianta hanno ad emettere radici una volta che sono state separate dalla pianta madre

Autoincompatibilità: quando il polline di fiori presenti sulla stessa pianta non riesce a germinare in tempo per compiere l'atto fecondativo

Autoradicata: pianta ottenuta impiegando una porzione di un'altra pianta capace di dare origine ad un'altra pianta. Nell'olivo ci riferiamo alla moltiplicazione per talea

Auxina: ormone di crescita che agisce sulla distenzione cellulare e stimola la produzione di radici nelle talee

Branca: ramificazione legnosa di due o più anni di età. Sono dette primarie quelle inserite sul tronco, secondarie quelle inserite sulle primarie e terziarie quelle inserite sulle secondarie.

Branchetta soprannumeraria: è una branca giovane in eccesso a quanto richiesto

Cambio: tessuto meristematico vegetale, situato tra libro e legno, la cui attività permette l'accrescimento in spessore del tronco e delle radici

Capacità germinativa: percentuale di semi germinati al termine di una prova germinativa

Cascola: distacco delle drupe per cause naturali o parassitarie

Caule: il tronco dell'albero, l'olivo si dice monocaule quando ha un solo tronco e policaule se da una stessa ceppaia salgono più tronchi

Ceppaia: è il sinonimo di pedale, la parte bassa ingrossata del tronco di piante caratterizzate da un'elevata attitudine pollonifera

Citochinina: ormone delle piante che stimolano la divisione cellulare nella coltura di alcuni tessuti. Stimolante della crescita dei cotiledoni di molte specie

Citotropicità: proprietà di alcuni fitofarmaci di penetrare di qualche millimetro all'interno dei tessuti, senza entrare nel circolo linfatico delle piante trattate

Clorosi: disfunzione delle piante, a livello della clorofilla, per cui le foglie si scolorano o ingialliscono

Colletto: parte della pianta che raccorda fusto e radici

Componenti principali: termine che indica la frazione saponificabile, ossia la miscela di trigliceridi,che sono i composti chimici rappresentati in più ampia misura nell'olio di oliva

componenti secondari: frazione insaponificabile dell'olio di oliva (2%) fra cui polifenoli, pigmenti, steroli, alcoli alifatici e triterpenici, tocoferoli, metalli, idrocarburi ecc

Composizione acida dei gliceridi: acidi grassi, rappresentano oltre il 90% di tuttu gli acidi grassi dell'olio di oliva; tra questi i principali sono l'oleico, il linoleico ed il palmitico

Contatto: proprietà di alcuni fitofarmaci di agire dall'esterno al contatto con l'organismo da colpire

Continuo: moderno sistema di estrazione dell'olio dalle olive in modo ininterrotto dal lavaggio delle drupe sino alla separazione dell'olio dalle acque di vegetazione. Si contrappone a quello definito tradizionale nel quale le operazioni sono interrotte per il caricamento delle presse

Costante spettrofotometrica: parametro fisico che consente la valutsazione del grado di ossidazione dell'olio

Crisalide: stadio di sviluppo dei lepidotteri, durante il quale si compie la metamorfosi, tra gli stadi di larva ed adulto

Cultivar: entità tassonomica costituita da piante coltivatecontraddistinta da caratteri morfologici o biologici originata e mantenuta solamente in coltivazione

Cuticola: sostanza di origine cerosa che ricopre la superficie esterna dei tessuti vegetali svolgendo una funzione protettiva

Dilavamento: fenomeno attraverso il quale le acque, sia meteoriche che di irrigazione, che percolano nel terreno asportano elementi nutritivi

Distribuzione massale: rilascio di un elevato numero di antagonisti di specie dannose al fine di una lotta biologica inondativa

Dormienza endogena: stato per cui i semi non germinano pur essendo ancora vitali e trovandosi in condizioni favorevoli alla germinazione. Si dice anche delle gemme

Drupa: frutto carnoso indeiscente con epicarpo membranoso, endocarpo che si lignifica e mesocarpo carnoso; in poche parole l'oliva

Embrione: abbozzo di pianta contenuto nel seme e proveniente dall'evoluzione della cellula uovo in seguito a fecondazione

Endocarpo: parte più interna del frutto

Endofago: organismo che si nutre all'interno del corpo del suo ospite

Endosperma: tessuto parenchimatico del seme e contenente materiale di riserva

Erosione: perdita di terreno dovuta agli agenti atmosferici

Esoscheletro: tegumento che, come una corazza, riveste il corpo degli insetti

Falda freatica: acqua che si trova al di sotto della superficie del terreno ad una pressione eguale a quella atmosferica

Fase fenologica: stadio del ciclo biologico annuale di una pianta (ad esempio fioritura, allegagione)

Feromoni: sostanze secrete dalle ghiandole esocrine degli insetti, si distinguono in feromoni di aggregazione, di dispersione e sessuali. Diffusi nell'ambiente esterno servono a trasmettere ad individui della stessa specie messaggi chimici

Feromonici: dispositivi che utilizzano in qualche modo i feromoni sessuali come attrattivo

Fertilità: si intende l'insieme di caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche che rendono il terreno un buon substrato per l'ottenimento delle produzioni agricoledesiderate

Fertilizzanti: sono dei formulati utilizzati per mantenere ed incrementare la fertilità dei suoli. Tra questi si distinguono i concimi, che influiscono più velocemente sulla nutrizione minerale delle piante agendo sulle caratteristiche chimiche del terreno, e gli ammendanti i quali intervengono a migliorare la predisposizione nutrizionale del terreno modificando le caratteristiche fisico biologiche e sulla dotazione di sostanza organica del suolo

Fitofago: organismo animale che si nutre di piante

Fitofarmaco: sostanza il cui principio attivo ha effetto letale su uno o più agenti patogeni

Fitoregolatore: è un composto organico prodotto naturalmente nelle piante superiori che regola l'accrescimentoed altre funzioni fisiologiche. Qualunque sostanza usata in agricoltura che abbia un effetto sulla crescita o sullo sviluppo di una pianta

Forma giovanile: stadio di sviluppo che precede l'età adulta

Fotosintesi: processo biochimico che consente la trasformazione dell'energia luminosa in energia chimica. Permette la sintesi di sostanze organiche partendo da composti inorganici semplici (CO2, H2O, elementi minerali)

Frazione insaponificabile: sostanze (terpeni, stiroli, idrocarburi ecc)che pur essendo solubili negli usuali solventi per oli e grassi dopo la saponificazione della materia grassa, non volatilizzano a 100°

Gemma: struttura che contiene l'abbozzo delle nuove parti della pianta che dovranno svilupparsi in germogli o fiori

Generazione: in entomologia equivale al concetto di ciclo biologico. Se un dato insetto compie in un anno un solo ciclo biologico, si dice che compie una sola generazione

Genotipo: l'insieme di caratteri ereditari di un individuo

Germinazione: passaggio del seme dallo stato di vita latente allo stato di vita attiva, con conseguente sviluppo in plantula dell'embrione

Germogliamento: fase del ciclo vegetativo in cui una pianta perenne emette nuovi germogli, alla fine del riposo invernale

Germoglio: ramificazione di natura erbacea che si sviluppa da una gemma a legno oppure mista

Idrolisi enzimatica: reazione di idrolisi (scissione in acqua di un composto)accelerata da particolari enzimi, detti idrolasi, quali maltasi ed amilasi

Impalcatura: zona di iserzione delle branche principali sul tronco

Impupamento: processo della trasformazione della larva in pupa

Ingestione: proprietà di alcuni fitofarmaci di agire dall'interno dell'organismo bersaglio previa ingestione

innestate: piantine che derivano da innesto

Innesto a gemma: innesto nel quale l'oggetto è coctituito da una sola gemma e da una porzione di corteccia e, talora, anche di legno

Innesto a marza: innesto nel quale l'oggetto è costituito da una porzione di ramo provvisto di una o più gemme

Invaiatura: fase del ciclo di sviluppo dei frutti dell'olivo durante il quale il colore della buccia passa dal verde al rossiccio o violaceo a seconda della varità

Ipocotile: parte del fusto, che deriva dallo sviluppo dell'embrione nel processo di germinazione,posto sotto le foglie cotiledonari

Larva: stadio di sviluppo postembrionale dell'insetto che sgusciando dall'uovo, si presenta con forma totalmente diversa dall'adulto

Margotta: porzione di ramo indotto a formare radici avventizie prima di essere separato dalla pianta madre

Marza: porzione di rametto asportato dalla pianta madre destinato a fornire le gemme per eseguire l'innesto

Melata: secrezione zuccherina di origine parassitaria o fisiologica

Mesofillo: parte della della foglia situata tra l'epidermide superiore e quella inferiore, costituita da tessuto a palizzata e parenchima lacunoso

Micelio: intreccio di ife capaci di svolgere funzioni fondamentali per la vita del fungo

Microelementi: elementi chimici indispensabili alle piante anche se in misura ridotta

Microflora: insiemi di microorganismi vegetali presenti nel terreno

Micròpilo:piccola apertura che si riscontra nel corion dell'uovo (ad uno dei suoi poli) avente la funzione di permettere il passaggio dello spermatozoo; ha forme diverse a seconda delle specie; in alcune di queste si hanno anche più micropili nello stesso uovo

Mignola: infiorescenza dell'olivo

Moltiplicazione: propagazione pe rvia vegetativa (innesto, talea, margotta)

Muta: processo con il quale la forma giovanile dell'insetto, accrescendosi, si libera della vecchia cuticolache si distacca dall'epidermide per formarne una più ampia

Neanide: stadio di sviluppo postembrionale di un insetto che, sgusciando dall'uovo, presenta forma simile a quella dell'adulto

Nesto: parte di pianta usata come epibionte nella propagazione per innesto

Numero di perossidi: indice dello stato di ossidazionedovuto a reazioni enzimatiche e chimiche. I perossidi sono composti contenenti due atomi di ossigeno collegati tra loro mediante legame covalente semplice -O-O-

Ovodeposizione: operazione di deposizione delle uova

Ovodepositore: complesso di pezzi sclerificati del 8° e 9° segmento dell'addome, costituenti i genitali esterni della femmina, che consente la deposizione delle uova nell'organismo ospite

Parte distale: che si trova distante dalla parte centrale dell'organismo cui appartiene

Partenogenesi: forma di riproduzione sessuale nella quale, pur non intervenendo l'elemento germinale maschile, l'uovo si sviluppa egualmente per generare un nuovo individuo

Pedale: sinonimo di ceppaia; la parte bassa ingrossata del tronco di piante caratterizzate da un'elevata attitudine pollonifera

Pedologico: che si riferisce al terreno agrario

Peduncolo: elemento di sostegno di un organo

PH: (-logaritmo della concentrazione idrogeninica); in pratica parametro che indica il grado di acidità o basicità di una sostanza riferendosi alla concentrazione degli ioni di idrogeno espressa in moli al litro. PH 7 neutra, >7 basica (o alcalina), <7 acida

Pianta impollinatrice: pianta produttrice di polline con spiccata attitudine fecondante verso una determinata cultivar

Pianta madre: pianta che fornisce materiale di propagazione

Plantula: pianta durante la fase di emergenza, con cui si indica lo stadio immediatamente successivo alla germinazione

Plumula: fusticino che deriva dallo sviluppo dell'embrione durante il processo di germinazione e che si trova sopre le foglie cotiledonari

Polifaga: specie che vive a spesa di piante diverse

Pollone: ramo che sorge al di sotto del colletto di una pianta, dal pedale o da una radice

Portinnesto: sinonimo di soggetto; pianta utilizzata quale ipobionte nella propagazione per innesto

Preimmaginale: stadio giovanile di sviluppo

Principio attivo: composto chimico che, presente nella formulazione dei fitofarmaci, è dotato di efficacia contro gli oprganismi bersaglio

Produzione integrata: produzione che deriva da una razionale e corretta conduzione dell'oliveto, in cui è ridotto al minimo l'uso di prodotti chimici ad azione fertilizzante, diserbante o antiparassitaria e dove la la fertilità del terreno, la lotta alle infestanti ed ai parassiti è condotta utilzzando adeguate pratiche agonomiche

Propagazione: termine generico che indica sia la riproduzione che la moltiplicazione delle piante. Atto con cui la pianta viene perpetuata nello spazi e nel tempo

Propaggine: tipo di margotta ottenuta piegando ad arco un ramo in modo da interrarne la parte mediana, in corrispondenza della quale si formeranno le radici avventizie, lasciando invece fuori dal terreno la parte terminale

Pupa: stadio quiescente ed afago dell'insetto nel quale sono più o meno evidenti i caratteri dell'adulto

Pupario: struttura coriacea contenente la pupa

Radicazione: tutti i metodi di moltiplicazione ad esclusione dell'innesto; moltiplicazione ottenuta impiegando una porzione di pianta (radice, ramo, foglia ecc ) capace di dare un'intera nuova pianta

Rami conidiofori: ife fertili in grado di produrre conidi

Regolatore di crescita: sinonimo di fitoregolatore; composto organico prodotto naturalmente nelle piante superiori che regola l'accrescimentoed altre funzioni fisiologiche. Qualunque sostanza usata in agricoltura che abbia un effetto sulla crescita o sullo sviluppo di una pianta

Residuale: si dice di un diserbante il cui principio attivo ha la capacità di restare presente nel terreno trattato per un periodo di tempo lungo (7/8 mesi) impedendo lo sviluppo dei semi e delle giovani piante infestanti che lo assorbono con le radici

Ripper: organo di macchina operatrice costituito da lunghi denti con estremità a scalpello; viene usata per la prima "rottura"; di terreni molto tenaci o sassosi

Riproduzione: propagazione per seme ottenuto in seguito ad un normale processo fecondativo

Risalita capillare: fenomeno pe rcui l'acqua contenuta nel terreno tende a risalire in superficie, attraverso gli interstizi del terreno, ove evapora

Sali di ammonio: composti a base ammoniacale (di solito carbonato di ammonio) impiegati come sostanze attrattive

Sansa vergine: sottoprodotto solido dell'estrazione dell'olio, costituito da residui di polpa, frammenti di nocciolo e da piccole frazioni di olio

Saprofitarie: specie che si nutrono di sostanze organichein decomposizione

Scarificazione: lesione provocate nel tegumento dei semi per favorirne la germinazione

Scasso: lavorazione profonda del terreno (1 metro o più)

Scudetto: struttura protettiva che ricopre il corpo dei diaspini

Selettività: proprietà di un insetticida di essere efficace solo su determinate specie bersaglio e non su tutte le specie presenti in un dato ecosistema

Semenzaio: settore del vivaio destinato alla produzione di sementi

Semenzale: pianta derivata da sementi

Sesto di impianto: disposizione ordinata delle piante sul terreno

Sfarfallamento: l'atto di uscita all'aperto dell'insetto adulto dopo essersi liberato dall'exuvia

Sistemico: un fitofarmaco il cui principio attivo penetra all'interno dei tessuti della pianta diffondendosi in tutte le sue parti attraverso il sistema linfatico

Soggetto: sinonimo di portinnesto; pianta utilizzata quale ipobionte nella propagazione per innesto

Soglia di intervento: resenta la densità di popolazione fitofaga, raggiunta la quale l'intervento chimico risulta conveniente. E' espressa in percentuale di unità campione infestate

Sostanze volatili: sostanze liquide capaci di passare allo stato aeriforme alla temperatura ambiente. Queste sostanze conferiscono all'olio i suoi caratteristici profumi

Sovescio: pratica agronomica che consiste nella coltivazione di specie erbacee le quali, dopo aver raggiunto il massimo sviluppo vegetativo, vengono interrate per apportare sostaze organiche al terreno

Squadro: disposizione delle piane sul terreno in modo da ottenere una figura con angoli retti

Squadro agrimensorio: strumento topografico che permette di tracciare allineamenti ad angolo retto

Stadio fenologico: stadio di sviluppo conseguente a rapporti intercorrenti tra fattori climatici e fenomeni periodici che caratterizzano il ciclo vitale di organismi animali e vegetali.
Stadio giovanile: termine usato per definire perticolari caratteri morfologici e fisiologici che contraddistinguono le piante derivate da seme nel primo stadio del loro sviluppo

Stanchezza: particolare stato di sofferenza che manifestano molte specie di piante arboree da frutto quando vengono trapiantate

Stomi: piccole aperture sulle foglie che permettono gli scambi gassosi con l'ambiente

Stratificazione: tecnica consistente nel mescolare semi con materiale umido e nel mantenerli in opportune condizioni di temperatura allo scopo di conservarli vitali e/o di stimolare la vegetazione

Stroncatura: tecnica che prevede l'intervento di taglio al livello della ceppaia, al fine di rinnovare le piante vecchie o per ricostituire una pianta danneggiata dal gelo

Struttura del terreno: è data dall'aggregazione e dalla disposizione nello spazio delle particelle elementari di cui è composto il suolo con la sostanza organica

Succhione: ramo derivato da una gemma avventizia o latente sul tronco o sulle branche

Tacheometro: strumento che permette di misurare angoli e distante

Talea: porzione di organi vegetali asportata da una pianta ed usata nella moltiplicazione per radicazione diretta

Tecnica colturale: è l'insieme degli interventi su una coltura al fine di favorire una produzione quantitativamente e qualitativamente elevata e costante

Tegumento: involucro protettivo del seme

Tempo di carenza: detto anche intervallo di sicurezza; indica il numero di giorni che deve intercorrere tra l'ultimo trattamento (con fitofarmaci) e la raccolta

Trapianto: operazione consistente nel cambiare dimora ad una pianta

Tutore: palo a cui vengono legate le giovani piante dopo il trapianto

Zoospore: spore tipiche di ficomiceti in grado di muoversi in un mezzo liquido per la presenza di ciglia vibranti